I cookie ci aiutano a offrire servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Il Circolo della Sicurezza

 

Destinatari: L’intervento è rivolto ai genitori.

 

Attività: di 12 incontri di gruppo a cadenza quindicinale, della durata di due ore. Utilizzo di materiale psicoeducativo e di filmati; discussione in gruppo su tematiche legate alla relazione.

Obiettivi:

  • riconoscere gli specifici bisogni dei bambini;
  • identificare come il bambino si sente nelle diverse situazioni interattive;
  • aiutare il genitore a sintonizzarsi con gli stati mentali del piccolo;

È un intervento psicoeducativo di gruppo per i genitori, diretto al benessere del bambino e del genitore attraverso il sostegno delle funzioni genitoriali (nessun intervento diretto sul bambino). Lo scopo è quello di migliorare la capacità di interpretare adeguatamente i segnali comunicativi del bambino, lavorare sulle modalità interattive della diade/triade e promuovere la sicurezza nella relazione. Perché il bambino sviluppi un attaccamento sicuro il genitore deve poter essere accessibile, sensibile e responsivo ai bisogni specifici di attaccamento del bambino.

Si cerca di offrire ai genitori una conoscenza sui bisogni del bambino, sviluppare capacità di osservazione, imparare a riflettere sul bambino, su di sé e sulla relazione.

In particolare, i genitori sono aiutati a:

  • favorire nel genitore la costruzione di una rappresentazione del bambino come individuo competente e attivo nella relazione;
  • riconoscere gli specifici bisogni dei bambini;
  • identificare come il bambino si sente nelle diverse situazioni interattive;
  • aiutare il genitore a sintonizzarsi con gli stati mentali del piccolo;
  • guidarlo nell’attribuzione di significato ai comportamenti del bambino (es. bisogno di vicinanza o capriccio?);
  • riconoscere i motivi dei comportamenti di rabbia, sfida, oppositività
  • permettere ai genitori di realizzare un “passaggio” empatico con il bambino nei momenti di crisi (il passaggio da “perché sta facendo questo ?” A “di cosa ha bisogno e cosa mi sta chiedendo?”)
  • riconoscere l’influenza di vari fattori sui comportamenti di accudimento che possono essere determinanti per i problemi relazionali
  • riconoscere la propria storia di attaccamento; se il genitore porta con sé aspetti irrisolti della propria storia infantile di attaccamento sarà influenzato da questi fattori nelle sue risposte al bambino soprattutto in condizioni di stress emotivo.
  • focalizzare le proprie risorse e i propri aspetti di vulnerabilità in termini di capacità contenitive, sostegno all’esplorazione, condivisione emotiva e protezione.

 

 

Image

Contattaci

CENTRO CLINICO ASTREA
Via Giovanni Gentile, 8, Roma, 00136 RM  
www.centroclinicoastrea.it
assastreasegreteria@gmail.com
Tel +39 06 37513160
Cell +39 3663110912
Il centro Centro Clinico Astrea si trova a Roma, esattamente nel quartiere Prati.

Orari di apertura

Il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 21.30 si riceve solo su appuntamento

Dove Siamo